Arte - Dizionario Universale delle Belle Arti - Comanducci
Ricerca artisti
Help? - Avanzata Avvia la ricerca!
Barra, 1940
Barra
The Princess fairy tale, olio su pannello, cm 97x97
Sora Orlando, 1903-1981
Sora Orlando
La mia fidanzata, olio su tavola di legno, cm 54x80, 1928
Caselli Giuseppe, 1893-1976
Caselli Giuseppe
Sagrato di chiesa (San Lorenzo), olio su tela, cm 80x100
 
GIANNINI Lucilla

GIANNINI Lucilla - Scorcio di Pian di Neve, pastello, cm 92x61, 1998
GIANNINI Lucilla - Iris variopinti, olio su tela, cm 50x70, 1993
GIANNINI Lucilla - Scorcio di Sperlonga, pastello, cm 57x77, 1998

Scorcio di Pian di Neve, pastello, cm 92x61, 1998

Iris variopinti, olio su tela, cm 50x70, 1993

Scorcio di Sperlonga, pastello, cm 57x77, 1998

GIANNINI Lucilla, nata a Roma il 6 novembre 1966. Pittrice.

Disegnare e dipingere sono sempre stata una sua passione che si sviluppa come una vocazione nel tempo.
Intensifica la sua formazione dopo l'incontro col Maestro Valer Escalar, Madrina d'arte, che la perfeziona nellutilizzo del colore ad olio; in quel periodo realizza nature morte, composizioni floreali, scorci di citt, tramonti.
Inizia subito ad esporre presentando suoi lavori in mostre collettive, nel chiostro dei SS Cosma e Damiano e nell'Accademia Galassia, ottenendo premi e segnalazioni dalla critica.
Successivamente ha frequentato lo studio del Professor Dariush Radpour; sodalizio artistico che si protratto per 5 anni .
Inizia da olio su tela dipingendo fiori ed alcuni paesaggi, poi le matite per i ritratti, i pastelli per i paesaggi. Da qui ha inizio il paesagismo, con tocco impressionista , che si estrinseca in diversi periodi: i riflessi sull'acqua, i paesaggi campestri, cieli molto movimentati, monumenti immersi nella natura
Altre esposizioni, alla galleria Forum Interart, premiata in Campidoglio con la lupa capitolina e poi con il timbro d'autore in galleria; ha esposto anche alla Gilda Interart, sua presenza in altre mostre minori fuori Roma, con molti riconoscimenti, diplomi, targhe e altro.
Forme evolutive la portano a nuove sperimentazioni seguendo il suo stato d'animo dopo tanto colore perfeziona l'utilizzo delle matite realizzando ritratti di famiglia. Si innamora della tecnica dei pastelli poich secondo lei l'incrocio tra la pittura e la scultura, quel dover plasmare, per poi accarezzare nella fase finale la tela con le dita; le procura molte soddisfazioni.
Si cimentata con l'astrattismo, inventando accostamenti fra forme colore piacevoli e ricercati dai collezionisti.
Numerosi i critici che hanno parlato dei suoi lavori, Ferloni, Di Tano, Borghini ed altri e che lhanno apprezzata come ottima colorista.
Sue opere sono presenti in collezioni private.

 
GIANNINI Lucilla - Particolare di Villa Borghese, pastello, cm 45x65, 1998
GIANNINI Lucilla - Collina in primavera, pastello, cm 55x45, 1998
GIANNINI Lucilla - Collina in primavera, pastello, cm 55x45, 1998

Particolare di Villa Borghese, pastello, cm 45x65, 1998

Collina in primavera, pastello, cm 55x45, 1998

Albero solitario, pastello, cm 58x47, 1997

Testa Silvana, 1946
Testa Silvana
Acqua, olio su tela, cm 90x120, 2010
Lovato Mario, 1936
Lovato Mario
Casa mia dolce casa, olio, cm 40x50
Vasiliki S
Vasiliki S
Meditazione, olio su tela e spatola, cm 80x100, 1976
inserimento artisti | contatti | servizi per webmaster | links | iscriviti
Arte nel mondo by Comanducci.it | Tutti i diritti riservati | pagine di dettaglio Elenco Arte
libri usati