Arte - Dizionario Universale delle Belle Arti - Comanducci
Ricerca artisti
Help? - Avanzata Avvia la ricerca!
Barra, 1940
Barra
The Princess fairy tale, olio su pannello, cm 97x97
Sora Orlando, 1903-1981
Sora Orlando
La mia fidanzata, olio su tavola di legno, cm 54x80, 1928
Caselli Giuseppe, 1893-1976
Caselli Giuseppe
Sagrato di chiesa (San Lorenzo), olio su tela, cm 80x100
 
TAFURI Clemente

TAFURI Clemente - Alluvione del salernitano,olio su tela, cm 152x211, 1954
TAFURI Clemente - La tratta delle schiave, olio su tela, cm 280x170, 1942
TAFURI Clemente - Sul Golgota, olio su tela, cm 100x65, 1950

Alluvione del salernitano,olio su tela, cm 152x211, 1954

La tratta delle schiave, olio su tela, cm 280x170, 1942

Sul Golgota, olio su tela, cm 100x65, 1950

TAFURI CLEMENTE. Nato a Salerno il 18 agosto 1903, morto a Genova-Pegli l'11 dicembre 1971. Frequentò l'Accademia di Belle Arti di Napoli, dimostrando sin dall'inizio una predisposizione innata per la pittura, e la tendenza ad una pittura vivace, nutrita di colore e di calore. Si indirizzò dapprima alla pittura. Dopo il 1924 ottenne dal Ministero di dipingere figure allegoriche; nel frattempo allestì varie personali che gli procurarono notorietà. L'Accademia d'Italia gli assegnò il Premio della Pittura; gli venne commissionato il ritratto del principe di Savoia.
È da considerarsi uno tra i maggiori artisti figurativi italiani del secolo scorso. Figlio della grande tradizione ottocentesca, riesce a ricostruire sulla tela la vita e l’essenza del suo tempo, la tragedia della storia (la guerra e le catastrofi della nostra epoca ad esempio) con una drammaticità ed una potenza che lo avvicinano ancor di più ai grandi maestri del passato, Velasquez e Rembrandt tra i primi. Sue opere sono ospitate nei più importanti musei (i musei vaticani tra gli altri) e nelle più prestigiose collezione private. Numerose e nelle maggiori città europee le mostre personali e collettive. Pietro Annigoni lo ricorda con queste parole: "Nella pittura di Clemente Tefuri la verità assume un’eloquenza e una forza comunicativa che rivelano come l’Artista sia stato il degno erede di una tradizione, che è fatta di colore, ma anche di musica, di naturale armonia, di calore umano. La sua perizia di disegnatore si assomma all’esuberanza di una tavolozza nella quale la luce del meridione acquista il sapore dei frutti che quella meravigliosa terra esprime".
Enrico Lama, nel 1972 in ricordo del maestro, dopo la sua scomparsa: "… Mentre Antonio Mancini centra la sua violenza sulla materia colore e non entra nell’anima, Tafuri entra sì profondamente, con toni caldi e con un pennellare a volte così violento, a volte musicale, a volte carezzevole che rende il pathos dei suoi soggetti. E così ci illumina con un suo romanticismo che è poesia anche oggi…". Patrick De Saint-Leu, La Revue Moderne di Parigi, 1951: "… Egli dà alla pittura un significato umano, e in qualche modo un’illustrazione della guerra tra gli uomini nella lotta per la vita; e da ciò derivano delle rappresentazioni reali di miseria e di gloria… L’artista afferma un’arte di cui non si possono temere gli eccessi: e questa constatazione è, ahimè, troppo rara ai nostri giorni per non costituire il migliore omaggio… ".


L'Arte di C. T., Salerno, 1951 (S. Mobilio).
La Revue Moderne, Parigi, dicembre 1951 (P. De Saint-Leu).
Catalogo personale Mostra alla Galleria R. Rotta, Genova, 1957.
Il Secolo XIX, Genova, 7 dicembre 1957.
Catalogo personale Mostra alla Galleria Gussoni, Milano, 1960 (E. Possenti).
Catalogo personale Mostra dell'Amministrazione Provinciale, Salerno, agosto 1962 (A. Schettini).
Il Nuovo Cittadino, Genova, 13 giugno 1965 (G. Migone).
A. T. Prete, Clemente Tafuri, Roma, 1968.
Catalogo personale Mostra alla Fondation Paul Ricard, Ile de Bendor, 1969.
Roma, Napoli, 6 maggio 1969 (D. Apicella).
Le Parisien Libère, Parigi, 8 settembre 1969.
Comune di Salerno, Rassegna antologica dell'arte di C. T., 1970 (vari).
G. Migone, Clemente Tafuri, Torino, 1971.
Accademia di Paestum, Clemente Tafuri, Salerno, 1972 (C. Manzi).
Comanducci, III ediz.

 
TAFURI Clemente - Autoritratto, olio su tela, cm 80x80, 1953
TAFURI Clemente - Nudo, olio su tela, cm 180x90, 1935
TAFURI Clemente - Nudo, olio su tela, cm 180x90, 1935

Autoritratto, olio su tela, cm 80x80, 1953

Nudo, olio su tela, cm 180x90, 1935

Cristo, olio su tavola, cm 75x105, 1969

Testa Silvana, 1946
Testa Silvana
Acqua, olio su tela, cm 90x120, 2010
Lovato Mario, 1936
Lovato Mario
Casa mia dolce casa, olio, cm 40x50
Vasiliki S
Vasiliki S
Meditazione, olio su tela e spatola, cm 80x100, 1976
inserimento artisti | contatti | servizi per webmaster | links | iscriviti
Arte nel mondo by Comanducci.it | Tutti i diritti riservati | pagine di dettaglio Elenco Arte
libri usati